Per le aziende e gli e-commerce che operano nel mercato attuale vendendo i propri prodotti online, la corretta gestione del magazzino rappresenta un elemento cruciale.

Ѐ qui, infatti, che convergono una serie di mansioni che rappresentano il cuore operativo dell’attività e che, se strutturate in maniera disomogenea, possono ripercuotersi negativamente sull’intero processo. In quest’ottica, particolare attenzione deve essere rivolta allo stoccaggio delle merci, un aspetto essenziale per ottimizzare l'utilizzo dello spazio disponibile, per ridurre i tempi di evasione degli ordini e migliorare così l'efficienza complessiva della supply chain e la soddisfazione del cliente finale.

Ma cos’è l’attività di stoccaggio? Il termine si riferisce al processo di organizzazione e mantenimento delle merci all'interno di un magazzino o di un centro di distribuzione. Questo processo non si limita semplicemente al posizionamento fisico della merce su scaffali o in aree designate, ma comprende una serie di operazioni pratiche e strategiche che insieme mirano a massimizzare l'efficienza e la reattività dell'intera catena di approvvigionamento. Si tratta di un asset vitale che incide significativamente sul bilancio aziendale, specialmente per le piccole e medie imprese (PMI) e le startup. L'investimento richiesto, sia in termini di costi strutturali sia per ciò che riguarda la gestione operativa è, infatti, notevole: pertanto, è fondamentale massimizzare l'efficacia di tale spazio per ridurre al minimo il rischio di inefficienze che possono rallentare i processi operativi e incrementare i costi. Affrontare questa sfida richiede l'adozione di strategie mirate e l'impiego di tecnologie avanzate al fine di raggiungere l'eccellenza operativa. Vediamo in che modo.

Cosa prevede lo stoccaggio dei prodotti in magazzino

L'attività di stoccaggio rappresenta un processo cruciale all'interno della gestione logistica di un'azienda ed è direttamente collegata all'efficienza e alla rapidità con cui i prodotti possono essere movimentati, sia in ingresso che in uscita. Questa fase della supply chain, che si colloca all’inizio del processo di fulfillment, include una serie di operazioni che vanno dall'accettazione delle merci alla loro identificazione e catalogazione, fino alla loro disposizione in uno spazio designato, al fine garantirne l'integrità e di rendere le operazioni di prelievo il più possibile rapide e prive di errori. Ecco quali sono:

Il commercio elettronico globale supererà entro il 2027 gli 8 trilioni di dollari

Avere a disposizione strumenti capaci di tenere sotto controllo le giacenze consente di prevenire rotture di stock e riduce il rischio di sovrastoccaggio.

Ricevimento della merce. L'attività di stoccaggio inizia con il ricevimento della merce, momento in cui i prodotti arrivano al magazzino e vengono verificati in termini di quantità e qualità. Questo passaggio è cruciale per assicurare che il materiale in ingresso corrisponda esattamente a quanto ordinato e per prevenire discrepanze che potrebbero influenzare le fasi successive della supply chain.

Classificazione e sistemazione. Successivamente, le merci vengono classificate secondo specifici criteri - dalla tipologia alle dimensioni fino alla frequenza di prelievo - e sistemate in modo strategico all'interno della struttura. La decisione su dove posizionare ogni articolo dipende da vari fattori, tra cui la facilità di accesso o la compatibilità degli articoli con determinate condizioni ambientali.

Gestione dell'inventario. Una componente fondamentale dell'attività di stoccaggio è la gestione dell'inventario, che include il monitoraggio continuo delle scorte per garantire un equilibrio ottimale tra domanda e offerta. Ciò implica l'utilizzo di processi di automatizzazione capaci di tenere aggiornati gli stock in base agli ordini e ai resi.

Preparazione degli ordini. La preparazione degli ordini è un'altra operazione critica, che consiste nella selezione e il prelievo della merce. Questa fase richiede precisione e velocità per minimizzare i tempi di attesa e mantenere elevati livelli di soddisfazione del cliente.

Spedizione. Infine, l'attività di stoccaggio culmina con la spedizione delle merci ai clienti o ai punti vendita. Questa fase comprende l'imballaggio, l'etichettatura e la consegna dei prodotti, nonché la gestione di eventuali resi o scambi.


Fattori che influenzano la capacità di stoccaggio e strategie di ottimizzazione

Secondo quanto riporta Insider Intelligence, il commercio elettronico globale supererà entro il 2027 gli 8 trilioni di dollari, ovvero il 23% del totale delle vendite. Si tratta di un dato che, se da un lato evidenzia le enormi prospettive di crescita di chi opera nell’e-commerce, dall’altro pone evidenti sfide in termini di logistica e capacità di gestire le fluttuazioni del mercato e i picchi di ordini. Maggiori possibilità di vendita, infatti, implicano per le aziende la necessità di dotarsi di magazzini più efficienti e strumenti avanzati che consentano di gestire una mole maggiore di prodotti e ordini.

Diversi sono i fattori che devono essere presi in considerazione per ottimizzare la capacità di stoccaggio. Tra questi, i più rilevanti includono:

Tipo di merce: differenti prodotti richiedono diversi metodi di stoccaggio - a terra, a scaffale, su pallet - che possono influenzare la quantità di spazio utilizzabile.

Individuazione delle aree: l'efficienza e la configurazione degli spazi e la presenza o meno di scaffalature e altre attrezzature possono aumentare significativamente lo spazio utilizzabile.

Flusso di lavoro e accessibilità: la necessità di accedere facilmente alla merce e di mantenere un flusso di lavoro efficiente, così come la presenza di macchinari come muletti e rulli trasportatori, può limitare la quantità di spazio.

Normative di sicurezza e compliance: le norme di sicurezza e i regolamenti possono imporre limitazioni su come e dove la merce può essere immagazzinata e influire sulla libertà di movimento degli addetti al prelievo.

Per ottimizzare la capacità di stoccaggio, le aziende implementano diverse strategie, tra cui:

Organizzazione dello spazio: Una progettazione attenta permette di massimizzare l'utilizzo dell'area disponibile senza necessariamente espandere la struttura. Inoltre, un'analisi accurata dello spazio disponibile, con lo sviluppo in altezza del magazzino grazie ad apposite scaffalature, permette di utilizzare soluzioni innovative in verticale. La posizione delle merci deve poi essere scelta in base ad aspetti pratici, come la frequenza di prelievo e le distanze di percorrenza degli addetti al picking, in modo da rendere questa fase rapida, fluida e priva di errori. Per fare ciò occorrono procedure, strumenti appositi e personale adeguatamente istruito, con conseguenti costi in termini di tempo e risorse.

Strumenti e tecnologie: L'implementazione di sistemi di monitoraggio dell'inventario permette una gestione più efficiente dello spazio e delle scorte, riducendo gli sprechi e migliorando la precisione nell'evasione degli ordini. Avere a disposizione strumenti capaci di tenere sotto controllo le giacenze consente infatti di prevenire rotture di stock e riduce il rischio di sovrastoccaggio, aspetti essenziali per evitare di farsi trovare impreparati di fronte a una crescita delle richieste o per scongiurare il pericolo di investire risorse preziose in prodotti che rimangono invenduti per troppo tempo.


Costi di stoccaggio

Tutto ciò, com’è facile intuire, prevede l’impiego di strutture, strumenti e professionalità che non sempre sono presenti all’interno di piccole aziende, start-up ed e-commerce: per questo motivo sono sempre di più le imprese che decidono di affidare la gestione del magazzino in conto terzi. Secondo uno studio condotto da Imarc Group, questo trend è in costante crescita: la dimensione globale del mercato di magazzinaggio e stoccaggio, infatti, ha raggiunto i 505,1 miliardi di dollari nel 2023 e arriverà a 700,2 miliardi di dollari entro il 2032, con un tasso di crescita del 3,5% nel periodo preso in esame. La crescente adozione di strutture gestite da player specializzati aiuta le aziende a ridurre i costi, ad avere un più facile a tecnologie avanzate e a godere in tempi rapidi dei benefici di know-how e pratiche di lavorazione consolidate, garantendo la consegna in linea con le attese dell’utente.

MBE Fulfillment è il servizio progettato per rispondere alle esigenze delle aziende che vogliono dotarsi di procedure di stoccaggio dei prodotti efficienti, in linea con le dinamiche del mercato e con le esigenze del proprio business. Grazie a strumenti e tecnologie avanzate, a una rete di Centri diffusa e a professionalità in grado di garantire sempre alti standard di servizi, Mail Boxes Etc. è il partner ideale per aiutare PMI, artigiani ed e-commerce a crescere.


Iscriviti alla Newsletter e rimani aggiornato

I campi contrassegnati da * sono obbligatori

FAQ
La capacità di stoccaggio si riferisce al processo di organizzazione, mantenimento e gestione delle merci all'interno di un magazzino o di un centro di distribuzione, al fine di massimizzare l'efficienza e la reattività dell'intera catena di approvvigionamento.
Le fasi principali includono il ricevimento della merce, la classificazione e sistemazione, la gestione dell'inventario, la preparazione degli ordini e la spedizione.
Uno stoccaggio efficiente riduce i tempi di evasione degli ordini e migliora l'utilizzo dello spazio disponibile, contribuendo significativamente all'efficienza complessiva della supply chain e alla soddisfazione del cliente finale.
Articoli Correlati
Ultimi Articoli della categoria Supply chain


I Centri MBE sono gestiti da Affiliati imprenditori indipendenti che operano sotto il marchio MBE per effetto di un contratto di franchising. Mail Boxes Etc. svolge, attraverso la sua Rete di negozi in franchising, servizi di supporto alle imprese e ai privati. I principali servizi offerti sono quelli di logistica e spedizione, svolti grazie ad accordi, a favore degli Affiliati stessi, stipulati da MBE con i principali corrieri espresso nazionali ed internazionali, e di grafica e stampa, svolti sia direttamente che attraverso accordi con grandi centri stampa. La promozione dei servizi MBE ad imprese e privati avviene grazie all'attività commerciale svolta dall'Affiliato MBE sia all'interno che all'esterno del punto vendita (farming), fattispecie, quest'ultima, che rappresenta specifica obbligazione contrattuale a carico di ciascun Affiliato. Mail Boxes Etc. e MBE sono marchi registrati e utilizzati per concessione di MBE Worldwide s.p.a. (tutti i diritti sono riservati). Non tutti i servizi e i prodotti offerti da Mail Boxes Etc. sono disponibili presso ciascun Punto Vendita MBE. Il materiale proveniente dal presente sito, le informazioni ed i dati in esso contenuti non possono essere copiati, distribuiti, modificati, ripubblicati, riprodotti, scaricati o trasmessi a terzi con qualsiasi mezzo, senza il precedente consenso scritto di Sistema Italia 93 S.r.l. Si declina ogni responsabilità con riferimento all'impiego non autorizzato del materiale, delle informazioni e/o dei dati contenuti nel presente sito.
Sistema Italia 93 S.r.l. • Viale Lunigiana 35-37 • 20125 Milano • Capitale Sociale € 208.000,00 R.E.A. Milano N. 1397252 • Registro delle Imprese di Milano e Cod. Fisc./P.IVA 10697630159 • Tel. +39 02 67 625 1 • Fax +39 02 67 625 625 • mbeitaly@mbe.it • https://blog.mbe.it